congelatore

Quando lo spazio nel frigo non basta: ecco il congelatore

A volte anche avendo un grande frigorifero si è soliti non trovare più spazio dove mettere gli alimenti, specialmente se la propria famiglia è numerosa.

Capita anche di avere la sfortuna di essere in affitto in un appartamento che ha già installato il frigorifero dei padroni di casa, ma questo non ha il freezer annesso.

Quindi dove potete mettere il cibo e le bevande della classica spesona del fine settimana se nel frigorifero e magari anche nel freezer non c’è proprio più posto? Potreste considerare l’acquisto di un Congelatore.

L’ideale per le grandi scorte di cibo

Con il Congelatore potrete facilmente tenere una scorta di cibo senza dovervi più preoccupare di riempire il frigorifero e il freezer fino a che non ci entra più neanche una sottiletta.

Il Congelatore è un elettrodomestico molto simile al frigorifero, con l’unica differenza che viene utilizzato solo ed esclusivamente per congelare il cibo e le bevande. Si rivela molto utile nel caso siate abituati a fare spese che durano una o più settimane, dato che alimenti come la carne e il pesce devono essere tenuti sotto certe temperature per essere poi commestibili.

Come per il frigorifero, sarà anche possibile regolare la temperatura, nei modelli più avanzati sarà tutto digitale, mentre in quelli più vecchiotti ci saranno dei pulsanti. Alcuni Congelatori sono dotati di allarmi per avvisarvi se magari vi siete scordati la porta aperta, o non avete chiuso bene qualche scomparto, così eviterete spiacevoli sorprese.

Per quanto riguarda i modelli, ci sono Congelatori identici a dei frigoriferi, ma con degli scomparti ben divisi per i vari cibi e bevande che volete conservare, mentre altri sono simili a dei contenitori, dove potrete sistemare comodamente il cibo.

Dovete sempre calcolare quanto spazio avete a disposizione e quanta spesa siete soliti fare, non dovete per forza orientarvi verso l’acquisto di un Congelatore di dimensioni pari al vostro frigorifero, se quello che vi serve è solo un freezer che non avete trovato nel frigo della casa dove siete in affitto, vi basterà acquistare un Congelatore di dimensioni ridotte.

Assicuratevi ovviamente di avere la possibilità di attaccarlo alla rete elettrica casalinga, magari chiamando un tecnico per l’installazione.

Attenzione a non farlo ghiacciare

Cercate di fare un po’ di manutenzione ogni tanto, può capitare che il Congelatore si ghiacci completamente, allagandovi la casa. Occorre a quel punto sbrinarlo e fidatevi, non è una cosa simpatica da fare, richiede tempo e rischiate di far andare a male tutto il cibo che vi avete riposto.

Se vi dovesse succedere ricordatevi di staccare la spina del Congelatore e di lasciarlo spento a sbrinare, mettete dei panni sotto il Congelatore per assorbire l’acqua che perderà e lasciate che il ghiaccio si sciolga, una volta sbrinato potrete riattaccare la spina e tornare a utilizzarlo, ma con un po’ di attenzione non incorrerete in questo problema.

action-cam

Registrate i vostri momenti più emozionanti con una action cam

A volte si trovano in giro per il web dei video incredibili di sportivi e atleti che fanno cose fuori dal comune, mostrando il tutto tramite delle riprese in prima persona o incredibilmente ravvicinate.

Come fanno a mostrare al mondo le loro prodezze con quei primi piani accattivanti e con quelle immagini mozzafiato che sembrano essere state prese dai loro stessi occhi?

Un comune oggetto fuori dal comune

La risposta è più semplice di quanto crediate. Non è che queste persone (famose e non) abbiano delle equipe cinematografiche dietro, semplicemente si avvalgono dell’utilizzo di una action cam. L’oggetto va sempre più di moda in certi ambienti legati allo sport, ma anche alla musica e spesso anche semplicemente ai viaggi.

Si tratta di una piccola videocamera facilmente installabile su qualsiasi superfice che permette di registrare video spettacolari in alta definizione. Quindi se siete degli sportivi, dei musicisti o semplicemente volete rendere le immagini di un viaggio più spettacolari, action cam è quello che fa per voi.

Potrete tranquillamente posizionarla su di voi o per esempio sulla sulla bicicletta, sulla tavola da surf o magari sulla chitarra e potrete iniziare a riprendere.

Gli effetti ottenuti sono incredibilmente soddisfacenti, potrete anche voi realizzare dei video spettacolari e rivivere di nuovo fantastiche esperienze in prima persona o da angoli impossibili da ottenere se non con una action cam.

Non solo per gli sportivi

Le action cam garantiscono una qualità di immagine elevatissima, alcuni tipi arrivano addirittura a rendere i video nelle nuove altissime risoluzioni in 4K e il tutto in modo stabile.

Che stiate andando alla massima velocità in bicicletta su un sentiero o che stiate facendo surf tra le onde, lo stabilizzatore della action cam farà in modo che nessuna immagine risulti sfocata o traballante.

Se siete dei musicisti, potreste considerare l’acquisto di una action cam per riprendere da angoli particolari i vostri concerti, magari montandola sulla paletta della chitarra per riprendere le corde mentre suonate in modo spettacolare, o se siete dei DJ collocarla sul mixer per riprendere le vostre mani mentre lavorano e il pubblico sottostante.

In questo caso bisognerà orientarsi su una action cam con un’ottima qualità di registrazione audio. Di solito le action cam registrano su buone frequenze e isolano i rumori fastidiosi come quello del vento, ma se si decide di acquistarne una per la musica si dovrà optare per il modello adatto.

Per concludere consigliamo di studiare bene le specifiche della action cam che si vuole acquistare, controllando anche la quantità di memoria per le registrazioni, se è anche un dispositivo wireless e ovviamente la qualità del video.

Potreste anche trovare delle action cam con un software per l’editing dei video, una cosa molto utile e divertente nel caso decidiate di pubblicare le vostre spettacolari imprese su internet.

tapis-roulant

Corsa casalinga con il tapis roulant

Gli amanti della corsa e del fitness all’aria aperta prediligono le giornate soleggiate e calde per svolgere le loro attività, ma si sa che spesso il clima non favorisce particolarmente gli sport podistici e a meno che non si abbia una vera e propria mentalità da atleta bisogna ammettere che correre al freddo non è proprio la migliore delle prospettive.

Il tapis roulant in questo caso può essere la soluzione ideale, sia per chi ha già una buona dimestichezza con la corsa, sia per chi invece vuole iniziare a tenersi in forma, ma di farlo al gelo proprio non ne vuole sapere.

Corsa e camminata senza “muoversi”

Il tapis roulant è un attrezzo per il fitness che si può trovare in tutte le palestre, ma che viene venduto anche per uso casalingo. Composto da una base a tappeto scorrevole con un pannello con quadrante per programmarne le funzioni e di solito due maniglie ai lati per tenersi durante le fasi di riposo.

Il tapis roulant darà la sensazione di movimento in corsa o in camminata grazie al tappeto che scorrerà nella direzione opposta alla vostra e potrete così fare attività fisica sul posto, tra le comode mura di casa vostra.

Per utilizzarlo basterà salire sul tappeto programmare la velocità di marcia e iniziare a correre o a camminare, tenendo il passo sul tappeto. Oltre alla velocità, potrete regolare anche la pendenza del tappeto, così facendo potrete “simulare” una corsa o camminata su una strada in salita e fare più fatica.

Alcuni tipi di tapis roulant per uso casalingo hanno le stesse identiche funzioni avanzate di quelli da palestra, per esempio potrete impostare la durata della corsa in chilometri o tempo, oppure potrete controllare quante calorie avete state perdendo e il battito cardiaco.

Si potrà anche impostare un programma di allenamento per gradi, magari partendo con una camminata veloce per poi finire con una corsa a buon ritmo.

Elettrico o magnetico? Meglio l’elettrico.

Potrete trovare tapirulan elettrico che magnetico. Quelli elettrici, essendo completamente automatici garantiscono più funzioni e sono configurabili e adattabili a tutte le esigenze, sia di corsa che di camminata, mentre quelli magnetici funzionano grazie al vostro movimento.

Quindi se volete imporvi di correre a un certo ritmo questi ultimi tapis roulant non sono la scelta più adatta, inoltre spesso non hanno le stesse opzioni delle loro controparti elettriche.

Qualsiasi tipo di tapis roulant si scelga, bisogna comunque stare molto attenti a non farsi male, a non impostare ritmi di corsa troppo alti per i propri standard e a fare molta attenzione a non distrarsi e fermarsi mentre l’oggetto è ancora in funzione.

scarpe-antinfortunistiche

Lavorare in sicurezza con le scarpe antinfortunistiche

Sebbene non siano proprio esteticamente il top della gamma in fatto di calzature, le Scarpe Antinfortunistiche sono diventate praticamente indispensabili se non obbligatorie quando si svolgono certi tipi di mansioni.

In principio queste particolari calzature erano obbligatorie per chi lavorava nei cantieri o per chi svolgeva lavori artigianali come gli elettricisti, ma col passare del tempo sono diventate una norma anche per chi lavora nei magazzini o addirittura nei bar, insomma per tutti i lavori dove c’è il rischio di farsi seriamente male ai piedi.

D’altronde se si lavora in posti dove è possibile farsi del male, la moda e l’estetica della propria calzatura passa tranquillamente in secondo piano.

Calzature a norma

Le Scarpe Antinfortunistiche sono progettate con materiali molto resistenti, nonostante questo si possono trovare dei modelli di Scarpe Antinfortunistiche abbastanza piacevoli alla vista, molti simili alle calzature da ginnastica, ma adatte ad essere utilizzate sul posto di lavoro.

L’utilizzo di questo tipo di Scarpa è assolutamente obbligatorio, il datore di lavoro deve preoccuparsi dell’incolumità dei propri dipendenti e quindi richiedere l’utilizzo delle scarpe da lavoro. Anche una sola violazione della sicurezza sul lavoro può far chiudere un azienda, quindi sia il datore di lavoro che i dipendenti devono collaborare per assicurarsi di avere le calzature adatte.

Le Scarpe Antinfortunistiche oltre a proteggere il lavoratore da oggetti fisici, devono anche isolarlo dalle scosse elettriche che si possono prendere tramite l’acqua, nel caso si lavori in campi dove elettricità e liquidi si mischiano facilmente.

Molti lavoratori di solito si lamentano di dover utilizzare queste calzature, la maggior parte delle volte questo disagio dipende dal fatto che le Scarpe Antinfortunistiche date in dotazione dall’azienda ai propri lavoratori non sono particolarmente comode, quindi è sempre meglio comprarne un paio personale.

Dopotutto la Scarpa Antinfortunistica, come ogni tipo di Scarpa, va provata e scelta a seconda della comodità, quindi se quelle fornite dal datore di lavoro vi risultano parecchio scomode, non esitate a valutare l’opportunità di comprarne un paio personalmente, magari provandone varie e cercando il modello più comodo.

Scarpe Antinfortunistiche anche per i lavori in casa

In realtà potreste considerare l’acquisto di un paio di scarpe antinfortunistiche anche se siete amanti del fai-da-te o magari se avete degli hobby che hanno a che fare con il bricolage o che comunque prevedono l’utilizzo di attrezzi pesanti che potrebbero per sbaglio finirvi sui piedi e causarvi seri infortuni.

Potrete trovare diversi modelli di Scarpe Antinfortunistiche adatti al lavoro in casa costruite con materiali resistenti, ma anche traspiranti, così non vi sembrerà di infilare i vostri piedi in delle scomode trappole e potrete svolgere le vostre attività hobbistiche con la sicurezza di essere protetti e anche con il piacere di stare comodi.

grattugia-elettrica

Comodità in cucina: la grattugia elettrica

L’ambiente più vissuto della casa è, nella maggior parte dei casi, la cucina. Il punto di ristoro, di incontro, di creazione e a volte rifugio silenzioso dallo stress quotidiano.

Forse è in cucina che si cerca di avere il maggior numero di comodità; dagli elettrodomestici grandi e piccoli agli utensili di utilizzo più o meno quotidiano. Prendiamone uno, la grattugia elettrica, ed osserviamone l’utilità.

Tipologie ed utilizzi della grattugia elettrica

La grattugia manuale è presente in ogni cucina ed è praticamente usata quasi tutti i giorni. Nacque come una lastra di metallo per lo più acciaio, bucherellata ed usata alla rovescia strofinandoci sopra un pezzo di formaggio.

Questa operazione rendeva il pezzo di formaggio sbriciolato in polvere più o meno sottile a seconda della grandezza dei fori sulla lastra. Nel tempo le grattugie sono cambiate usando materiali sempre più confortevoli, maneggevoli e facilmente lavabili.

Ma il top si è raggiunto con l’invenzione della grattugia elettrica dove è doveroso dire “amo il dolce far niente” e dunque anche il minimo sforzo viene eliminato con la comodità.

Ma la grattugia elettrica non viene utilizzata solo per il formaggio. La sua struttura permette di grattugiare pane raffermo e renderlo in pan grattato. Fare scaglie di cioccolato, granellare nocciole o mandorle.

Oggi giorno ci sono in commercio svariati modelli di grattugie elettriche dai materiali più o meno resistenti e dalle svariate funzionalità.

Vi sono modelli in plastica forniti di un manico ed un piccolo vasetto raccoglitore nel quale va posizionato il formaggio da grattugiare. Questo viene premuto con la mano contro un rullo che, girando elettronicamente, gratta il formaggio. Vi sono tipi ricaricabili con batterie ed altri ricaricabili a corrente elettrica.

Altri modelli hanno una vaschetta raccogli formaggio di dimensioni tali da poter contenere il formaggio grattugiato ed usare la grattugia come formaggiera.

Cosa considerare riguardo l’utilizzo di questo utensile da cucina

La guida all’acquisto di questo utensile è comunque sempre legata all’utilizzo che se ne deve fare e la persona che lo deve utilizzare. Nell’uso comune si pensa alla grattugia per il solo formaggio, ma la grattugia è veramente utile per la realizzazione di varie portate.

E’ dunque importante valutarne la presenza di dischi con buchi di varie misure e forme. I materiali sono importanti per la pulizia dell’utensile. La grattugia deve essere ripulita ogni qualvolta viene utilizzata per evitare l’occlusione dei fori e la permanenza di alimenti che potrebbero causarne cattivi odori.

Le origini ed i mille usi della grattugia elettrica oggi

La grattugia ha origini orientali dato il grande uso in cucina di spezie. L’utilizzo delle grattugie elettriche ne favoriscono la velocità e la facilità nella triturazione di ingredienti duri. La fantasia in cucina è aiutata dall’utilizzo di utensili che ne facilitano la preparazione.

I modelli multifunzioni presenti in commercio offrono la possibilità di scegliere e di fare acquisti mirati al vero utilizzo. Per la nonnina che ha dolori alle mani una grattugia semplice con meccanismo elettrico non le eliminerà il piacere di una grattugiata fresca di formaggio sul piatto di pasta fumante.

Per la zia innamorata dell’arte culinaria, la grattugia elettrica multifunzione con cassetto conserva alimenti , dischi dalle varie forme e velocità di funzione regolabili. Non manca che cercare la grattugia elettrica più adatta ad ogni esigenza!

panca-addominali

Via la pancia con la panca addominali

Quali sono i muscoli più difficili da scolpire? Gli addominali ovviamente! Le pance piatte di questi tempi sono sempre più difficili da ottenere, i ritmi di vita sempre più alti, il poco tempo a disposizione e magari anche il fatto che spesso iscriversi in palestra e avere il proprio personal trainer non è molto economico.

Però cosa volete fare? Intanto la pancia da sola mica se ne va e se la volete perdere qualcosa dovete fare. Magari state già facendo qualche attività sportiva, ma non basta a far andare via la fastidiosa rotondità intorno al vostro corpo e davvero non sapete come fare a liberarvene. Se siete in questa situazione, allora la panca addominali è l’attrezzo che fa per voi.

La stessa qualità della palestra

Cominciamo col mettere in chiaro che la panca addominali per uso domestico non ha nulla da invidiare a quelle che potrete trovare nelle varie palestre.

Al contrario, le panche addominali acquistabili in qualsiasi negozio di articoli sportivi specializzato spesso sono anche meglio, hanno un design migliore e sopratutto essendo ad uso esclusivamente personale (o comunque per un gruppo limitato di persone che vivono nella stessa casa) si manterranno meglio nel tempo.

Prima di acquistare una panca addominali è meglio controllare quanto spazio avete in casa, perché comunque questi oggetti possono essere ingombranti in ambienti piccoli.

Se avete poco spazio, acquistate una panca addominali che si possa smontare facilmente in modo da poterla riporre nello sgabuzzino o sotto il letto quando non la dovete usare. Per il resto, la panca addominali funziona esattamente come quelle in palestra, sta a voi poi decidere il programma di esercizi da seguire.

Convinzione prima di tutto

Assicuratevi di essere davvero convinti di voler fare esercizio, gli addominali purtroppo sono muscoli davvero stressanti da allenare e potreste annoiarvi presto, sopratutto se i risultati tardano ad arrivare.

Può essere utile avere già un programma da seguire prima dell’acquisto della panca addominali in modo da poter iniziare subito l’allenamento. Sarà possibile eseguire diversi addominali, inclinando la panca oppure usando il manubrio per appoggiare i piedi o le mani a seconda degli esercizi che bisogna eseguire.

Ricordiamo infine che esistono diverse panche addominali, alcune sono dotate di un bilancere che garantische la possibilità di essere usate in panche per il sollevamento pesi, così avrete un oggetto per il fitness abbastanza completo, se poi ci aggiungete anche dei pesi allora potrete dire di avere una piccola palestra in miniatura in un angolo della casa.

Quindi armatevi di costanza e di pazienza e vedrete che i risultati arriveranno, sarete così molto soddisfatti di aver acquistato una panca addominali della quale probabilmente non riuscirete più a fare a meno.

hard-disk-esterno

Evoluzione tecnologica: l’utilizzo dell’hard disk

Vi siete mai chiesti da quanto tempo gli uomini fanno calcoli? I numeri, elemento essenziale della vita di ognuno di noi. Più delle parole stesse, i numeri fanno per noi la differenza nella vita di ogni giorno. Ma come si contava una volta? Forse con le dita della mano, con sassolini, rametti o foglie.

La nascita della moderna calcolatrice elettronica grazie all’hard disk

Al giorno d’oggi è diventato semplice fare calcoli, senza neppure dover scrivere o tenere a mente i risultati. Combinazioni infinite di formule, di statistiche, di dati alfa numerici presenti nei nostri cervelli, usati per affrontare lavoro, svago, vita quotidiana.

Come avrebbe fatto l’uomo se una mente eccelsa non avesse inventato un eleboratore che per noi archivia, calcola, realizza, compone…risolve e ed evolve. Nacquero dapprima calcolatori prettamente matematici, usati per effettuare calcoli matematici semplici. Successivamente si ebbe la necessità di unire i numeri alle lettere. Funzioni alfanumeriche non sempre risolvibili da tutti.

L’uso degli elaboratori nel mondo del lavoro aiutò le imprese a crescere, ad ottimizzare il proprio operato.
Verso la fine della seconda guerra mondiale, nacque un elaboratore che utilizzava valori alfa-numerici. Nacque per l’esigenza militare di effettuare calcoli matematici per tradurre i messaggi in codice delle truppe nemiche.

Gli americani ne approfondirono gli studi e da grossi calcolatori ne cominciarono a creare veri e propri elaboratori che, con input umani, riuscivano ad eseguire veri e propri comandi.

Funzionalità e composizione dell’hard disk esterno

Il computer nasce con un monitor per la visualizzazione dei dati, e con un dispositivo di memoria, un cervello. Parte fondamentale del computer è il suo cervello che si chiama disco rigido o più comunemente hard disk. In esso ci sono raccolti i dati di programmazione, i sistemi operativi, qualsiasi dato che dà vita all’elaboratore.

E’ nato come il corpo più grande del computer, spesso ingombrante e, almeno all’apparenza, inutilmente di grandi dimensioni. L’evoluzione dell’uomo lo ha portato a conoscenze sempre più mirate alla realizzazione di ciò che può dare la comodità di cose funzionanti e poco ingombranti.

Nascono gli hard disk esterni. Hanno misure e forme diverse, capacità di memoria sorprendenti tali da essere in grado anche di ampliare la capacità di memoria stessa del proprio computer e la possibilità di condividere notizie tra vari computer.

Fattori da tenere in considerazione quando si sceglie un hard disk

Quando ti trovi nella condizione di voler scegliere l’hard disk più idoneo per le tue esigenze devi semplicemente capirne l’uso che ne dovrai fare. La cosa fondamentale da cercare nel tuo hard disk è la velocità di connessione e di trasferimento dati.

Importante conoscerne la memoria e il modo in cui viene alimentato. Il grado di resistenza dei materiali che lo compongono e la garanzia che viene offerta sul prodotto. Alla sua efficienza, alla sua durata saranno affidate da te tutte le tue conoscenze lavorative e non.

Non è stato semplice fidarsi del computer, sostituirlo alla mente umana in molti casi, ma oggi è parte essenziale del mondo del lavoro. Tutto ciò che prima veniva fatto manualmente, oggi è fatto col computer e quando, accidentalmente si ferma, l’uomo si perde.

Il nostro hard disk chiede aiuto, sempre ogni giorno, al collega hard disk elettronico, due elementi che separatamente non potrebbero funzionare.

motosega

Motosega: risparmiare tempo e fatica

La motosega, oltre ad essere l’arma preferita nei film horror e la peggiore nemica di tutti gli zombi del mondo, è un oggetto molto utile per diversi tipi di lavori. Utilizzata spesso nelle aree verdi per la potatura o l’abbattimento degli alberi, la Motosega può essere un comodo oggetto anche per il fai-da-te.

Come si può immaginare facilmente dal nome, la motosega è un oggetto composto da una sega circolare attaccata ad un motore al quale sono annesse delle maniglie per trasportare e mantenere saldo l’oggetto durante le operazioni di giardinaggio o di fai-da-te.

Le motoseghe più comuni sono quelle a motore a scoppio, azionabili tramite un pulsante che attiva la circolazione della sega circolare e sarà sufficiente utilizzare un po’ di forza sull’oggetto che si desidera tagliare, il resto lo faranno le lame.

Ovviamente se dovete fare dei lavori casalinghi, la motosega a motore è davvero eccessiva, per del normale fai-da-te basterà acquistare una motosega elettrica.

Motosega elettrica per il fai da te

La motosega elettrica è sicuramente più silenziosa di quella a motore, un dettaglio non da poco a meno che non vogliate spaventare l’intero vicinato mentre lavorate, inoltre non dovrete preparare la miscela di carburante per farla funzionare.

Magari potete pensare che la motosega elettrica non sia adatta a quello che dovete fare e che conviene comprarne comunque una a motore, ma in realtà è sbagliato pensare che le motoseghe elettriche siano meno potenti di quelle a motore, ma in realtà se vi orientate verso i marchi migliori riuscirete a trovare degli oggetti potenti ed affidabili.

L’unico problema delle motoseghe elettriche è che quando la batteria inizia a consumarsi, la sega perde un po’ di potenza, ma basterà fare un po’ di manutenzione per tenerla sempre ai massimi giri. Se poi invece siete dei proprietari di una casa in campagna o di qualsiasi altro spazio aperto che richiede dei lavori di potatura più impegnativi, allora potete considerare l’acquisto di una motosega da potatura.

Precauzioni e manutenzione

Qualsiasi tipo di motosega scegliate, ci raccomandiamo di fare attenzione all’utilizzo di questo oggetto, perché può essere potenzialmente molto pericoloso.

Quando lo utilizzate state ben attenti a non avere nessuno vicino a voi, specialmente i bambini che magari possono essere incuriositi dall’oggetto che una volta finito di usare dovreste riporrre per sicurezza in qualche posto irraggiungibile dai bambini che potrebbero esserne attratti.

Per la manutenzione delle lame e del motore vi consigliamo di consultare dei negozi specializzati nella vendita di questi oggetti da giardinaggio o fai-da-te, oppure vedere qualche tutorial video su internet nel caso ci si senta abbastanza fiduciosi delle proprie abilità.

Se poi scoppia l’apocalisse zombie avrete anche un’arma valida per potervi difendere dai tanto simpatici cadaveri ambulanti.

caldaia

Caldaia a condensazione: risparmio energetico e prestazioni migliori

La caldaia è un oggetto indispensabile per la propria casa. Questo elettrodomestico trasforma l’energia in calore e lo distribuisce negli ambienti mediante un fluido.

Il calore può spargersi attraverso l’aria o l’acqua, quante volte infatti vi siete lamentati e avete imprecato furiosamente colti dalla frustrazione perché la vostra caldaia ha smesso di funzionare e vi siete dovuti fare delle belle docce fredde a prima mattina?

Non proprio il massimo della vita, specialmente se l’inverno è particolarmente freddo. E poi come negarsi il piacere di un bel bagno caldo se si ha una vasca dove immergersi e rilassarsi?

La caldaia quindi non può proprio mancare in una casa, diventa un acquisto obbligatorio se state acquistando un appartamento completamente disarredato e privo di qualsiasi elettrodomestico.

In questo caso, o se magari volete cambiare caldaia perché quella in casa è davvero troppo vecchia, vi consigliamo l’acquisto di una caldaia a condensazione.

Energia e sicurezza

Mentre le normali caldaie sprecano tutto il calore della combustione che viene espulso attraverso la canna fumaria, le caldaie a condensanzione utilizza questo calore presente nel vapore acqueo e nei fumi per trasformarlo in energia. I risparmi di energia per la produzione di acqua calda possono arrivare fino a un notevole 30%.

Pensate a tutti i sospiri di sollievo che tirerete quando aprirete la bolletta della luce. In più questa trasformazione del calore disperso in energia, la caldaia a condensazione limita di buona misura le dispersioni di ossido di carbonio che come si sa può provocare serie intossicazioni, specialmente ai bambini.

La salute è estremamente importante e di sicuro risparmiare e comprare una vecchia caldaia non conviene mai, anche perché di solito i vecchi modelli durano molto meno di quelli a Condensazione, il che vi costringerebbe comunque a spendere dei soldi per riparazioni che il più delle volte si rivelano infruttuose.

Quindi perché esitare nell’acquisto di una aldaia a condensazione e optare per un tipo di caldaia differente? La caldaia a condensazione porta vantaggi sia nel risparmio energetico che nella sicurezza.

Requisiti per l’installazione

Per l’installazione della caldaia a condensazione consigliamo di consultare comunque un tecnico specializzato, anche per assicurarsi che la vostra abitazione abbia i requisiti per l’installazione come una canna fumaria o un canale di scolo.

Di solito la maggior parte delle abitazioni hanno questi requisiti, ma è sempre meglio esserne certi prima di procedere all’acquisto, se siete in affitto è opportuno consultare il proprietario che sicuramente vi saprà dare tutte le informazioni di cui avrete bisogno per far installare la vostra nuova caldaia a condensazione.

Anche se avete intenzione di sostituire la caldaia vecchia di casa è alquanto sconsigliabile procedere da soli, a meno che non si sia davvero molto bravi con il fai da te, altrimenti si rischierebbe di produrre solo danni che si potrebbero evitare chiamando un professionista.

forno-da-incasso

Cucina completa con il forno a incasso

Cucinare è una passione, un’arte e anche un momento per gli amici e la famiglia. La vostra nuova cucina ha tutto quello che serve per preparare qualsiasi pietanza da servire agli ospiti o alla vostra famiglia, ma a quanto pare vi manca ancora qualcosa per renderla davvero completa.

Forse un forno a incasso potrebbe essere quell’elemento mancante. Si va bene, avete il forno a micro-onde, ma vi assicuriamo che non è proprio la stessa cosa.

Funzionale e pratico

Il forno a incasso è davvero indispensabile se si ama cucinare e sopratutto se si vogliono prepare alimenti sani evitando di friggere con l’olio qualsiasi cosa si abbia intenzione di mangiare.

Il forno a incasso è comodamente installabile in uno spazio della vostra cucina, magari al posto di qualche scaffale o ripiano che non utilizzate ed è comodamente apribile e richiduibile attraverso un comodo sportellino.

Grazie al forno a incasso potrete preparare ottime pietanze con facilità, avvalendovi delle diverse funzioni che questo elettrodomestico presenta. Solitamente il forno a incasso ha diversi ripiani per cucinare dove si poggiano delle grandi teglie dove verranno poste le pietanze da preparare, magari su della carta da forno.

Dietro queste teglie c’è una ventola che vi permetterà di rinfrescare il forno dopo averlo utilizzato, senza doverlo tenere per forza aperto per farlo arieggiare. Il forno a incasso ha delle manopole o tasti per la selezione della temperatura e del tipo di cottura, potete decidere per esempio di riscaldare ambedue i ripiani o solo uno.

La maggior parte dei forni a incasso hanno anche un comodo timer per la cottura del cibo che si può impostare con dei pulsanti, in modo da non doversi preoccupare di tenere sempre d’occhio l’orologio con la paura di far bruciare il proprio pasto.

Oltre a queste funzioni, l’elettrodomestico ha anche una luce interna che vi permetterà di vedere lo stato del cibo che si sta cucinando attraverso lo sportello, senza che dobbiate ogni volta aprirlo per controllare.

Cucinare in digitale o analogico

Esistono forni a incasso con il quadrante digitale che indica anche la temperatura alla quale state cuocendo, sicuramente il top per chi si vuole cimentare in piatti più complessi e necessita di sapere certe informazioni con assoluta precisione.

Per il resto, se vi serve solamente un buon forno che non sia il solito poco salutare micro onde, potete optare per un qualsiasi tipo di forno a incasso, anche se doveste prenderne uno completamente analogico, sappiate che anche questi dispongono di un orologio con il quale è possibile impostare il tempo di cottura, anche se sicuramente sarà un po’ meno preciso di un orologio digitale di un forno a incasso più moderno.

pesi-palestra

Muscoli fai da te con i pesi palestra

Ormai siamo chiaramente nell’era del fitness. Non passa giorno senza sentire parlare di diete, esercizi, cross-fit, palestre e benessere.

Purtroppo però non tutti hanno il tempo (o la pecunia) di passare dalla palestra al nutrizionista e intrattenersi a chiedere consigli al personal trainer quasi ogni giorno della settimana. Quindi diciamo che non potete o anche che non volete farvi travolgere da questa smania di essere sempre in forma a tutti i costi, però neanche volete sembrare delle vere e proprie scamorze.

Quale può essere la giusta via di mezzo? Bé a meno che non si voglia diventare emuli degli eroi dei film d’azione americani degli anni ’80, per la parte superiore del corpo è sufficente un po’ di esercizio casalingo che si può effettuare tranquillamente con dei pesi da palestra acquistabili nei negozi sportivi specializzati.

Pesi fissi o intercambiabili

I pesi da palestra per uso domestico si possono trovare sia di un peso fisso, ovvero un manubrio con due pesi che compongono un solo attrezzo, oppure si può comprare un manubrio con i pesi intercambiabili, proprio come quelli da palestra.

Lì dipende tutto dal tipo di esercizio che volete fare, se volete utilizzare i pesi per aumentare un po’ il carico mentre correte allora potete valutare l’acquisto dei pesetti, stessa cosa vale se volete fare esercizio aerobico.

Per l’esercizio anaerobico sono più consigliati il manubrio e i pesi intercambiabili, così potrete fare delle serie scendendo o salendo di peso a seconda del programma che state seguendo.

Trovare i programmi di esercizi e abbinare i pesi con una panca

E voi chiederete: ma dove lo troviamo un programma di esercizi? Bé tra i vostri amici o parenti ci sarà sicuramente qualcuno che frequenta una palestra o che si tiene in forma da solo, potete chiedere benissimo consiglio.

Oppure se volete provare vari tipi di allenamento per capire quale può essere il più adatto per voi basta che facciate una ricerca sul web e troverete miriadi di programmi di allenamento per tricipiti, deltoidi, spalle e tutti i muscoli della parte superiore del corpo che vorrete allenare.

Per completare il tutto, potreste anche considerare l’acquisto di una panca per gli addominali insieme ai pesi, dato che ci sono alcuni esercizi con i pesi palestra per i quali è consigliabile stare distesi e il pavimento non è proprio il posto più adatto per eseguirli.

Inoltre l’esercizio addominale è comunque importante, non vorrete certo sviluppare solo una parte del vostro corpo. Ricordate che l’esercizio anaerobico dipende molto da voi e da come lo si organizza su tutto il corpo, quindi occhio a non strafare con le braccia lasciando il resto poco allenato.

arieggiatore

Tenere il giardino fresco con l’arieggiatore

Tutti si augurano l’arrivo del caldo durante i mesi di freddo. Aneliamo alla primavera e all’estate come se fossero antiche forze divine che accorrono a salvarci dal gelo, i raffreddori e gli accacchi.

Non vediamo proprio l’ora di buttare nell’armadio il giaccone e le felpe, uscire fuori di casa e goderci l’aria aperta del nostro giardino. Purtroppo però il giardino se lo si lascia senza cure al caldo può non essere una vista così piacevole sotto i raggi del bel sole.

Infatti non tutti sanno che una volta finito l’inverno è opportuno mantenere fresco il proprio giardino, un operazione che potrete compiere con un arieggiatore.

Liberare l’erba

L’Arieggiatore è uno strumento da giardinaggio che viene utilizzato per rimuovere tutto l’insieme di detriti, foglie secche e rami che se accumulati sull’erba, la soffocano e non lasciano che respiri e assorbi l’acqua e le sostanze nutritive.

L’Arieggiatore può essere anche utilizzato se avete un orto, prima di riseminare, in modo da creare spazio pulito per i nuovi semi che pianterete senza dovervi preoccupare che questi non riescano a germinare.



Caro vecchio rastrello… O Arieggiatore automatico?

Ci sono due tipi di arieggiatore: quello manuale e quelli automatici che si dividono in elettrico e a motore. Gli arieggiatori manuali sono i classici rastrelli o trivelle con i quali bisognerà fare un po’ di fatica fisica, ma se per voi il giardinaggio è anche un modo per fare movimento allora questi strumenti sono sicuramente adatti.

Per i più pigri invece esistono gli arieggiatori elettrici e a motore che funzionano esattamente come dei tosaerba, si spingono sul prato tramite una maniglia grazie a delle ruote.

Quelli elettrici essendo utilizzabili solo tramite una presa elettrica sono consigliati per chi non ha spazi verdi troppo grandi da mantenere, mentre gli arieggiatori a motore non hanno cavi quindi possono essere utilizzati su grandi superfici.

Ovviamente questi ultimi sono un po’ più grandi rispetto alla loro controparte elettrica, ma il telaio d’acciaio li rende assolutamente più resistenti, l’unico inconveniente è che essendo a motore, questi arieggiatori avranno bisogno di una miscela di carburante per funzionare.

Valutate bene quindi quale di questi arieggiatori comprare, ovviamente quelli manuali sono quelli meno ingombranti e sono l’ideale per chi ha voglia di fare giardinaggio alla “vecchia scuola”, mentre per quelli elettrici e a motore assicuratevi di avere dei posti dove poterli riporre e sopratutto di valutare l’acquisto in base a quanto è grande il vostro giardino o il vostro orto.

Un’ultima raccomandazione va fatta per la manutenzione degli arieggiatori elettrici o a motore, essendo oggetti meccanici vanno ogni tanto controllati per evitare spiacevoli malfunzionamenti.